Quando il vinile diventa arredamento

Nostalgici dei dischi in vinile, non ci crederete, ma anche per voi è arrivato il momento di rendersi utili in ottica arredamento. Avete una vecchia soffitta impolverata o uno scantinato dove poter aprire vecchi contenitori e scoprire decine e decine di dischi in vinile dei tempi gloriosi, o siete semplicemente appassionati dei fantastici LP che hanno dominato la scena musicale dagli Anni Cinquanta agli Anni Ottanta?

Allora è arrivato il momento di farli uscire dal loro letargo e di ripescarli tutti. Perché lasciare delle bellissime copertine ad ammuffire con i loro dischi?

Le possibilità per far diventare i vinili degli originalissimi elementi d’arredo sono molte, ma l’idea più affascinante è forse quella proposta da Art Vinyl, azienda britannica con sede anche in Italia. In sostanza, si tratta di far bella mostra delle proprie migliori copertine in vinile (con tanto di disco che rimane in ogni caso all’interno) grazie a dei particolari supporti che ne consentono l’utilizzo come dei veri e propri quadri: l’immagine che proponiamo lo dimostra meglio di mille parole.

art-vynil

Image courteously by artvinyl.it

La preziosità di determinate copertine si è resa evidente soprattutto con il passare degli anni, tanto da poterle valutare per una esposizione in casa, non in mezzo al mucchio né messi da parte, ma valorizzati nel miglior modo possibile. Dov’è scritto che non possano competere in bellezza con un quadro di Van Gogh o un paesaggio mozzafiato?

L’originalità del supporto di Art Vinyl, poi, è anche e soprattutto nella sua maneggevolezza. Un conto è mettere la copertina di un vinile sotto vetro, lasciando fuori il disco, ed esponendo la copertina stessa a tutti i rischi connessi (pensiamo ad esempio a come nel tempo il vetro possa aderire alla copertina con possibilità di rovinarla nel momento in cui vorremo toglierla), un altro è esporre la copertina mantenendo sia il disco in vinile all’interno che la capacità di continuare ad utilizzarlo in qualunque momento.

Queste particolari cornici per vinili, infatti, sono estremamente leggere e pensate appositamente per le esigenze di utilizzo dei dischi e di cambio rapido delle copertine stesse. Basta pigiare un invisibile pulsante sul bordo e la cornice si piegherà quel tanto che basta per far uscire in pochi secondi la copertina e sostituirla con un’altra, oppure per prendere il disco, ascoltarlo e poi riporlo nuovamente nella copertina esposta.

L’idea tanto semplice quanto rivoluzionaria consente così di poter ad esempio realizzare anche una piccola galleria tra i tre e i dieci elementi con le migliori copertine in vostro possesso, nonché di cambiarle velocemente se volete rinnovare l’esposizione.

Avrete così la vostra piccola mostra affascinante in casa, capace di attirare l’attenzione di appassionanti e non.

E se invece avete dei dischi in vinile rovinati che non potete più utilizzare, non è comunque il caso di gettarli. Le realizzazioni di complementi d’arredo da dischi in vinile sono davvero numerose: questo perché scaldandoli diventano malleabili e si possono facilmente piegare, realizzando originalissimi portagioie, posaceneri, portabottiglie! Per i più creativi, le possibilità diventano infinite. Una serie di esempi di applicazioni pratiche potrete vederle in questa gallery.

immagine in evidenza: LP player di Petr Kratochvil.