Soprammobili: mai per caso

Durante la nostra vita, raccogliamo un certo qual numero di cimeli, di soprammobili e di ornamenti che prima o poi finiscono inevitabilmente per diventare troppi, ritrovandosi con una casa piena di oggettini tra i più disparati messi in “bella mostra” senza alcuna coerenza. Finché, un bel giorno, vi rendete conto che in realtà la maggior parte di essi non vi piace più, stona con l’ambiente, o, semplicemente, sono diventati sovrabbondanti. Ed ecco che presi nella furia di far ordine, alla fine, li prendete in blocco e finiscono negli immancabili scatoloni, fino alla successiva “ricarica” di soprammobili.

In realtà, questo non  è il modo giusto di procedere nell’arredare una casa. Potrà sembrare strano o superfluo, ma persino dei soprammobili hanno la loro ragion d’essere e per questo non vanno piazzati per caso tra gli angoli della casa né aggiunti senza alcun limite. Ci sono dei criteri che vanno sempre tenuti a mente per evitare che la vostra casa si trasformi nel regno del caos, ed è necessario per prima cosa individuare il taglio, lo stile, che volete che abbia. Definire lo stile è infatti la scelta preliminare da fare prima di piazzare qualsiasi soprammobile su un ripiano, questi ultimi andranno scelti e sistemati di conseguenza.

Poniamo il caso di un’abitazione in stile country: ecco che d’improvviso qualsiasi soprammobile particolarmente chic salterebbe all’occhio negativamente, dal momento che la centralità del country è quella di essere spartano, caldo, colorato, perciò si rendono indicati degli ornamenti in ceramica o terracotta, così come vasi di fiori, statuine e piatti in legno. Con questo tipo di stile non dovete nemmeno preoccuparvi molto dell’aspetto numerico, dacché un ambiente caldo non è mai scarno.

Elefanti di legno di Jon Luty

Elefanti di legno di Jon Luty

Un’abitazione di ispirazione classica, invece, preferirà di gran lunga i soprammobili in argento: animali, fiori, piattini e chi più ne ha più ne metta (non letteralmente!), assieme ad alcuni elementi di variazione come oggetti in vetro o pietra swarovski. La scelta nello stile classico prevede un buon numero di soprammobili, ma assicuratevi che non siano mai eccessivi.

Nel caso, invece, di un’abitazione in stile contemporaneo o particolarmente moderno non potrete piazzare che pochi elementi di contorno e la scelta dovrà essere fatta a seconda del tipo di mobili che avete scelto: stacchi di colore, punti strategici, in modo da porre risalto a pochissimi oggetti di contorno. Quindi, via tutti i ninnoli e ninnolini che vi arrivano nel tempo in occasione di matrimoni, lauree e via dicendo. Se proprio ci tenete, teneteli su alcuni ripiani ben al riparo dentro un mobile con vetrina. Nelle abitazioni minimal, l’idea di ordine e freschezza è la cosa più importante di tutte.

Per quanto ci teniate a particolari oggetti, perché vi ricordano quanto è stata fantastica quella gita all’estero, quella vacanza al mare o quella cara zia, non è il caso di ridurre le vostre stanze ad un’invasione colossale di soprammobili in un’accozzaglia senza senso né ordine. In fondo, c’è il tempo per vivere la vostra casa e il tempo per rivivere dei ricordi, semplicemente ripescando un oggetto da un posto non in vista, o ritornandoci con la sola memoria!

immagine in evidenza: Rose su tavola di Johnny Dod