Dare un tocco di stile alla casa con le scale da interno

Uno degli elementi che, indubbiamente, contribuisce ad aumentare l’eleganza e il valore di un appartamento è la scala da interno. In questo particolare complemento d’arredo, infatti, si fondono stile e funzionalità, creatività e design, creando un’atmosfera in grado di rendere non soltanto un ottimo impatto estetico, ma anche un effetto di raffinatezza e signorilità.

Diverse sono le classificazioni delle scale da appartamento, anche perché non necessariamente devono essere costruite all’origine dell’alloggio, ma possono essere inserite successivamente in un progetto di ristrutturazione o, comunque, di rinnovata estetica di architettura. Ovviamente, in questo caso, la situazione indispensabile è l’innalzamento dell’immobile in modo da generare la necessità di poter salire e scendere da questo piano aggiunto con una scala, da costruirsi in base all’espressione abitativa.

Tipologie di scale: cosa scegliere

Le differenti tipologie dipendono naturalmente da molti fattori: il contesto immobiliare, innanzi tutto, che comprende la metratura e l’altezza dei muri, ma anche lo stile principale dell’arredamento, il materiale che si intende utilizzare per i gradini, elementi fondamentali per la perfetta riuscita del tocco particolare e, in fondo, anche dal gusto personale del padrone di casa. Per esempio, pur sapendo che la scala è, in linea di massima, composta, oltre che dai gradini, anche da corrimano e parapetto, è intuibile come, in certi casi, sia possibile ridurre l’installazione alla sola realizzazione dei gradini.

Infatti, se la posizione fosse a salire fra due muri, non sarebbe necessario il montaggio di un parapetto, avendo una barriera da entrambi i lati, così come il corrimano, che a volte viene evitato per motivi di estetica, a meno che non ve ne sia bisogno in presenza di una salita troppo ripida. Va da sé che l’elemento che infonde maggiore stile alla struttura è il gradino, che contribuisce in modo funzionale alla realizzazione dell’impatto estetico, tanto che il design inizia proprio con la sua progettazione. Materiale, ampiezza e stile creativo possono fare la differenza, ovviamente anche dal punto di vista economico: al momento della progettazione e dunque dell’acquisto, è importante stabilire se si preferisce privilegiare, in un certo senso, la funzionalità o lo stile. Online esistono diversi siti per poter scegliere la scala giusta più adatta alla propria casa, in base alle esigenze di stile e spazio a disposizione.

Regole fondamentali

Le regole fondamentali che devono guidare nella scelta della scala interna, e precisamente l’ingombro, la posizione, il suo peso e, appunto, la funzionalità. Si tratta di caratteristiche essenziali legate ai parametri di sicurezza, da rispettare anche in base agli spazi a disposizione, alla somma che si intende investire e al gusto. Volendo enfatizzare e, in un certo senso, privilegiare l’aspetto estetico, si dovrà optare per una scala da interno cosiddetta “a giorno”, una delle soluzioni più eleganti e di stile, perfetta per luminosità ed imponenza, con la quale è possibile anche pensare ad un parapetto in vetro o in plexiglass, che dia luce con la sua trasparenza, regalando un tocco di modernità creativa all’ambiente. Questa tipologia è particolarmente indicata quando il collegamento fra due piani prevede dislivelli importanti e, naturalmente, quando lo spazio è ampio.

In caso, invece, le misure siano più ridotte, senza rinunciare all’essenza dell’estetica e della buona progettazione d’interni, si può prendere in considerazione una scala a chiocciola. Ideale, per esempio, per raggiungere una suggestiva mansarda, o un piccolo ma romantico soppalco, presenta una salita verticale sconsigliata a chi possiede difficoltà motorie. Al di là di questa problematica, la scala a chiocciola è particolarmente suggestiva, favorisce l’estetica di tutto l’alloggio e, spesso, viene realizzata impreziosita da materiali che sono solitamente pensati per aggiungere valore all’ambiente, come un caldo legno pregiato.