Creare un centro benessere in casa con le vasche idromassaggio

Una volta considerate oggetti di lusso per il proprio bagno, oggi le vasche da idromassaggio possono essere acquistate con un dispendio economico molto modesto. Si può così ricreare nel proprio bagno una piccola spa o centro benessere che regali ore di relax e di benessere. La storia della vasca da idromassaggio parte da lontano, negli anni 30, con la famiglia italoamericana emigrata in Usa, gli Jacuzzi.

Un nome, un brand ormai conosciuto e consolidato nel mondo ma che allora non diceva nulla. Furono i primi a brevettare una vasca con un sistema ad aria compressa da utilizzare per la cura in acqua di alcune problematiche mediche. Venivano trattate patologie legate a dolori muscolari e articolari oltreché ossei. Negli anni 50 poi la vasca idromassaggio si è trasformata in qualcos’altro. È diventata un oggetto da utilizzare anche per il proprio piacere. Non soltanto un dispositivo medicale, ma anche un oggetto di design e di benessere.

idromassaggio

Sono nati così i modelli che conosciamo anche oggi, vasche, mini piscine, di tutte le forme e dimensioni che incontriamo in palestre, alberghi di lusso, piscine. Da allora altre marche si sono gettate in questo fiorente mercato, con le aziende italiane a guidare la fila. Nomi come Albatros, Teuco, Hafro, Treesse, Grandform, Glass sono ormai conosciute in tutto il mondo, un settore molto fiorente nell’industria dell’arredo casa.

Come installare una vasca da bagno da idromassaggio.

Le problematiche sono le stesse relative a una normale vasca, con l’istallazione della rubinetteria degli scarichi di acqua, in più, in questo caso, dobbiamo prelevare la corrente elettrica. Questo perché all’interno della vasca da bagno da idromassaggio c’è una pompa elettrica che si occupa di mettere in circolo l’acqua e l’aria all’interno della vasca. In alcuni casi ci sarà anche un riscaldatore, nei modelli più avanzati, che si occuperà di riscaldare l’acqua. Questo per mantenere una temperatura costante e calda, circa 38-39 gradi per un bagno caldo.

Le vasche da idromassaggio, c’è da dire, assorbono molta corrente elettrica. I modelli più grandi, quelli che possono contenere due o tre persone riescono a consumare anche 2 kW di corrente l’ora. È bene fare quindi attenzione alla potenza e al carico che può supportare il nostro contatore, prima di installare il modello giusto.

Non parliamo poi dopo di saune, docce attrezzate, e modelli di bagno turco, si arriva anche a 4/5 kW l’ora. Possiamo definirli dei sistemi wellness completi che non sono ad uso esclusivo di palestre e centri benessere, ma possono essere utilizzati anche in spazi ridotti, 5 o 6 metri quadri possono essere infatti sufficienti per montare una sauna nel proprio bagno in un’altra sala della casa o di una villa.

Opalia Whirlpool

Opalia Whirlpool

Dobbiamo sfatare un mito: non è vero che le vasche idromassaggio possono essere montate soltanto su bagni grandi. Anche per chi ha pochi mq a disposizione può comunque riuscire ad infilarne una, ad esempio angolare. Ci sono modelli da 120 cm che si sviluppano in altezza. Ognuno quindi può trovare ciò che cerca in base alle dimensioni della propria stanza.

A chi non è indicato l’idromassaggio

agli ipotesi, ovvero a coloro che soffrono di pressione bassa. L’acqua calda abbassa ancora di piú la pressione ed il rischio è che qualcuno possa perdere i sensi. Al contrario è adatta a coloro che sono ipertesi. Il massaggio che effettua l’acqua può giovare anche alle donne che soffrono di ritenzione idrica e ristagni linfatici. Un aiuto per contrastare inestetismi e pelle a buccia d’arancio.

Quanto Costa

I prezzi di una vasca idromassaggio partono da circa € 1000 per i modelli più semplici, di dimensioni contenute, le classiche rettangolari da 170 cm fino ad arrivare a € 10.000 per il top di gamma, rappresentato dai modelli Jacuzzi, vere e proprie mini piscine.

Le mini piscine possono essere installate anche esternamente, contengono fino a 4-5 persone, hanno un carico di circa 800 litri d’acqua. Possono anche essere montate all’interno ma è bene controllare il carico che il solaio può supportare. L’acqua pesa . Mediamente un sola supporta 400-500 chili al metro quadro, dobbiamo controllare che sia in grado di sostenere il peso dell’acqua e delle persone che ci sono all’interno della vasca. Parlate prima con un geometra.

Se non c’è proprio la possibilità di installare nel proprio bagno una vasca idromassaggio possiamo pensare alle docce multifunzione. Si tratta di normali docce che hanno la chiusura ermetica. Gli sportelli in plexiglass o vetro permettono una chiusura stagna. Si trasformano in veri e propri centri benessere. Trovano spazio, all’interno, colonne attrezzate con getti d’acqua, sauna, bagno turco, soffioni a cascata e seggiolini per una comoda seduta. In più alcuni modelli hanno la radio MP3, le casse, l’aromaterapia ed i trattamenti con cromoterapia. Insomma una piccola spa in casa a prezzi contenuti, a partire da € 2000. Anche in questo caso le marche produttrici sono le stesse con Teuco e Jacuzzi in testa. Controlliamo anche in questo caso l’assorbimento dell’energia elettrica.

Riferimenti:
http://www.vaschedaidromassaggio.eu
http://www.jacuzzi.it