Come realizzare un ufficio ergonomico

Molte persone passano la maggior parte delle proprie giornate sedute dietro ad una scrivania al lavoro. Con un continuo utilizzo di telefoni e computer, gli impiegati sono a rischio di un eccesso di movimenti ripetitivi e questi ultimi possono causare dolori muscolari al collo, alle braccia, alla schiena e alle mani.

Ecco perché scegliere di organizzare un ufficio in modo ergonomico lo rende un posto migliore per lavorare e farlo oggi è imprescindibile per operare nel rispetto degli altri. In più, dando agli impiegati tutti gli strumenti adeguati, si abbassano le lamentele e si rendono più produttivi. È vero che acquistare dei mobili ergonomici può far lievitare i costi di un ufficio, ma soltanto a primo impatto. In realtà, andrebbe visto come un lungimirante investimento di lungo periodo. Indichiamo di seguito alcuni consigli per organizzare nel modo migliore un ufficio ergonomico.

Determinare quanto spazio deve essere utilizzato

Che tipo di lavoro necessita la vostra attività? Quest’ultima determinerà in buon parte il tipo di mobilio necessario e di conseguenza gli elementi ergonomici che è necessario acquistare.

Prendere la miglior sedia ergonomica che potete permettervi

Che siate dipendenti o titolari, la maggior parte del tempo in ufficio si passa su di una sedia, per questo motivo è indispensabile che il primo elemento che deve attenersi ai requisiti ergonomici è proprio la sedia. Essa deve essere realmente confortevole ed è bene acquistare sedie regolabili in modo che ogni persona possa variare il modo di utilizzarla. Considerate per una sedia le seguenti caratteristiche:

–          L’altezza della sedia dovrebbe essere regolabile a seconda di chi vi si siede. Se lavorate al computer, le braccia devono poggiare sulla scrivania sempre a 90 gradi rispetto al corpo. Se siete particolarmente bassi e avete necessità di alzare il sedile della sedia per ottenere l’angolazione corretta, considerate di metter un poggiapiedi a terra. I piedi devono sempre poggiare su di una superficie e mai penzolare.

–          Il sedile deve essere sufficientemente ampio per poter sedersi comodamente, dovrebbe quindi restare un po’ di spazio ai lati.

–          La sedia dovrebbe anche avere uno schienale regolabile, in modo che chiunque possa essere in grado di far aderire completamente la schiena ottenendo il massimo supporto muscolare. L’ideale è uno schienale alto, capace così di poter far riposare testa e collo.

–          I braccioli non devono essere troppo lontani dalle braccia e devono sempre essere in grado di ammortizzare il loro peso.

Prendere la scrivania più adatta

Anche il computer e la tastiera devono essere posizionati correttamente sulla scrivania. La scrivania deve avere abbastanza spazio per consentire di poggiarci sopra tutti gli oggetti che devono essere facilmente raggiunti, la tastiera deve essere vicina al bordo del tavolo. Esistono tastiere e mouse dalle speciali forme, esse stesse ergonomiche e che aiutano durante il lavoro.

Controllare le recensioni e le caratteristiche di un arredo prima dell’acquisto

Non basatevi soltanto sul colore, sullo stile, o su come un mobile viene presentato in fotografia. Assicuratevi di vederli tutti di persona, leggete recensioni al riguardo sul web o su riviste specializzate. Se è possibile, testateli per qualche giorno prima dell’acquisto definitivo.

Conclusioni

I prodotti ergonomici sono leggermente più costosi dei normali mobili per ufficio. In ogni caso, però, l’investimento varrà la pena. Nel lungo periodo, manterrete i vostri dipendenti più felici di lavorare con voi ed in salute, avrete meno assenze e meno spese di assicurazione per infortuni. Se potete concedervi soltanto un elemento ergonomico, concentratevi soprattutto sulle sedie delle scrivanie.

immagini: morguefile (1), imageafter (2), flickr (3)