Bagno da arredare? Qualche consiglio per non sbagliare

Se fino a qualche decennio fa il bagno era visto come un semplice luogo di passaggio all’interno della propria casa, spesso situato addirittura al di fuori di essa, oggi possiamo assistere ad una sua completa trasformazione sotto questo punto di vista.

Da stanza in genere piccola e scomoda, adibita esclusivamente alla veloce pulizia del corpo e caratterizzata dagli elementi più semplici ed essenziali, oggi il bagno diventa una piccola oasi di piacere e benessere, nella quale recarsi non solo per una doccia veloce, ma anche per qualche momento di relax.

Va da sé che la scelta dei complementi d’arredo e dei sanitari deve essere fatta con attenzione, selezionando elementi di qualità, in grado di assolvere non solo ad una funzione meramente pratica ma anche estetica.

Abbiamo chiesto ad una delle aziende specializzata del web, Pronto Doccia, alcuni consigli utili per rendere davvero unico il proprio bagno:

  • Il bagno necessita di praticità, pensate a quanto può essere disagevole per un anziano o un disabile accedere in un luogo non pensato per venire incontro alle loro esigenze. In questo caso sono due le soluzioni: un moderno box doccia in grado di offrire lo stesso comfort di una vasca ma con una maggiore praticità d’uso, e una vasca con lo sportello, che consente di accedervi facilmente.
  • Altro aspetto da tenere in considerazione è la luce, di fondamentale importanza per rendere l’ambiente accogliente. Se l’ambiente è piccolo e le fonti di luce altrettanto, il consiglio è posizionare delle luci dirette specialmente in prossimità degli specchi, avvolgendo con toni soffusi la parte restante della stanza.
  • Mentre fino a qualche anno fa si riteneva necessario e pratico posizionare i sanitari vicino alla parete e quindi agli impianti di carico e scarico, oggi potete decidere di posizionarli dove volete, tenendo conto anche dell’impatto estetico e della praticità in quanto a pulizia.
  • Il bagno è un ambiente umido, quindi vanno considerati attentamente i rivestimenti. Sono consigliati i marmi e i quarzi, mentre sono da evitare il legno, il metacrilato, il parquet, la lavagna e l’acciaio inox.

    (Foto CC-BY-SA di charlotte holmes)