Caratteristiche dell’arredamento di alta qualita’ per hotel

Se avete una struttura ricettiva e con il vostro arredamento volete fare una “dichiarazione di lusso” e di accessori costosi, allora dovete necessariamente desiderare i migliori mobili possibili e, per evitare di essere raggirati, è necessario riuscire a individuare quali sono i mobili di alta qualità per distinguerli dai pezzi di qualità inferiore. Per far ciò, seguiamo una sorta di lista di controllo da tener sempre presente quando ricercate l’arredamento in modo da assicurarvi che il fornitore non stia cercando di far passare dei mobili normali per mobili di alta qualità.

Quando analizziamo un mobile, al primo posto nel controllo dobbiamo dare un’occhiata alle giunture vedendo con attenzione come sono attaccate le varie parti. I mobili di qualità sono costruiti per durare, talmente tanto che alla fine dell’attività aziendale si dovrebbe anche essere in grado di rivenderli ad altre o di piazzarle sul mercato dell’usato. Il miglior tipo di assemblaggio comporterebbe dapprima una spinatura, dopo di che le varie parti dovrebbero essere incollate e avvitate insieme. Se si vedono dei giunti a mortasa, sono un po’ fuori dal livello di alta qualità che stiamo volendo considerare. Il miglior modo per far aderire le parti è l’attaccatura a coda di rondine o la smussatura. Per i mobili con cassetti, se vediamo che c’è una parte dove il fondo di un cassetto non è attaccato ma è “mobile”, in modo che possa cambiare senza deformarsi con l’umidità, è un segno di attenzione nella costruzione.

A proposito di umidità, per i mobili di elevata qualità, è opportuno che essi utilizzino legno secco da cui sia stata rimossa la maggior quantità possibile di umidità, in modo che il legno non si crepi ai cambiamenti di umidità dell’ambiente. Tra questi ricordiamo i mobili con legno di acero, di ciliegio o di rovere e la pregiata venatura dovrà essere già visibile all’esterno: sono stati scelti proprio per questo e non per venature casuali che, magari risaltano solo all’interno. È anche opportuno che la venatura corra per l’intero pezzo.

Altre misure di qualità “più vaghe” circa l’arredamento sono date dalla sensazione generale che danno. Ad esempio, se posiamo un televisore su di un comò o un qualunque altro mobile, non dovremmo avvertire spostamenti né scricchiolii. Ancora, i cassetti devono scivolare facilmente dentro e fuori e non dovrebbe esserci spazio tra i cassetti se non previsto nel progetto originario. Se si tratta di porte, si devono chiudere agevolmente e devono essere perfettamente allineate. Infine, un ultimo test utile è guardare la parte posteriore di un mobile, notare se è completamente rifinito o se sul retro hanno utilizzato legno di qualità inferiore. In questo caso, non è il mobile di massima qualità che sperate, ma hanno deciso di “fare in fretta”.

Perché se puntate sulla qualità, essa si deve sentire e vedere a trecentosessanta gradi.

Immagini: sxc.hu